SUSANNA SPENA AMMINISTRATRICE CONDOMINI ROMA

Conosci meglio Susanna Spena, la sua esperienza e il suo team

­­

Susanna Spena, amministratrice di condomini e non solo.
In Anaci (Associazione Nazionale Amministratori di Condominio e Immobiliari) ricopre diversi ruoli: consigliere, consulente presso la sede, consulente presso il IV Municipio di Roma. Ha iniziato la sua carriera a 24 anni, nello studio della madre avvocato, crescendo con l’esperienza applicata negli anni fino a essere stata nominata dal tribunale Amministratore Giudiziario in un grande condominio con più di 200 unità.

Il suo impegno è ed è stato incentrato sulla sicurezza (i dipendenti non avevano nessuna formazione, le lampade di emergenza non funzionavano, gli accessi alle chiostrine erano estremamente pericolosi, l’intonaco si staccava dalle facciate e dai balconi), sull’ottimizzazione delle spese (con la sostituzione delle lampade con led, il rifacimento delle facciate su strada per evitare spese continue di spicconamento delle parti ammalorate e la partecipazione alla rescissione di alcuni contratti molto onerosi per avere un miglior rapporto costo/prestazione), sulla comunicazione con i Condòmini (incontrandoli ed organizzando delle pre-assemblee per raccogliere le criticità, tenendo costantemente aggiornata l’anagrafe condominiale e pubblicando la documentazione sul sito).

Ma il lavoro di Susanna non si limita alla gestione condominiale, infatti ecco spiegato cosa significa quel “non solo”: è consulente nella riorganizzazione degli studi di amministrazioni condominiali, analizzando la forza lavoro e le mansioni, ottimizzando il flusso del lavoro eliminando le “perdite di tempo” ed elaborando un piano di ottimizzazione delle procedure e delle risorse. Dialogando con gli amministratori ne cerca l’obiettivo e le aspettative.

In questi dialoghi una delle emozioni con cui deve fare i conti è la paura del cambiamento, anche se questo comporta un netto miglioramento nella vita professionale degli amministratori. Molti l’hanno dovuta affrontare e le scuse più utilizzate di solito sono l’età e l’abitudine.

Dopo 20 anni di esperienza nella riorganizzazione degli studi, può affermare di aver ottenuto grandi risultati: il primo Collega che ha aiutato è passato nel giro di un anno e mezzo da 14 a 30 condomini con un aumento di fatturato interessante senza aumentare il monte ore di lavoro; uno dei colleghi, con il quale sta collaborando attualmente, era in arretrato di più di un anno nella presentazione dei bilanci nel 50% dei condominii amministrati, ad oggi, dopo un anno e mezzo di lavoro, non solo non ha arretrati ma ha la contabilità in tempo reale per l’85% dei condominii.